Nuove frontiere


In questa nuova proposta la nostra intenzione è quella di riuscire a conciliare la montagna (cultura, paesaggio, fauna, flora) con le nuove tecnologie ormai di uso comune fra i ragazzi: fotocamere digitali, cellulari, cineprese, internet.
Abbiamo osservato come la facilità di accesso alle immagini coincida spesso con una superficialità sia estetica che documentaristica.
Si cercherà quindi nel corso del soggiorno di “educare” ad un uso più essenziale e finalizzato di questi supporti tecnologici.

Soggiorno di tre giorni

Primo giorno: arrivo al Rifugio e sistemazione dei bagagli. Escursione nella conca del Galambra con libero utilizzo del materiale personale (macchine fotografiche digitali, cellulari…) e di una macchina fotografica del rifugio.
Rientro al Rifugio nel pomeriggio con osservazioni sul computer del materiale prodotto con raffronti e confronti con immagini di fotografi naturalistici professionisti.
Cena. Discussione.
Secondo giorno: escursione nei dintorni del rifugio con libera attività di raccolta immagini. Osservazioni faunistiche e botaniche. Pranzo al sacco. Rientro al Rifugio con ricerca a gruppi di informazioni e dati su internet per la classificazione delle specie osservate (camoscio, marmotta, capriolo, larici, fiori…..).
Dopo cena: escursione notturna
Terzo giorno: discesa con autobus in mattinata e visita alla sede del Parco del Gran Bosco di Salbertrand e ai suoi ecomusei con analisi dei diversi modi di raccontare la montagna: diorami, repertorio fotografico, biblioteca, escursione agli allestimenti ecomuseali (la ghiacciaia, carbonaia, mulino). Rientro.
Oppure: discesa a piedi su Salbertrand sulla sentiero del Glorioso Rimpatrio dei Valdesi con elaborazione di un documentario con  immagini e commenti sul percorso (Grange della Valle: villaggio per la monticazione, Eclause: centro occitano con architettura romanica, dalla vegetazione della montagna ai terrazzamenti abbandonati del fondovalle. Il “silenzio” della montagna e i “rumori” del fondovalle).

COSTO DEL SOGGIORNO PER PERSONA: EURO 100,00

 

Il periodo consigliato per questo soggiorno al Rifugio LEVI-MOLINARI è maggio oppure settembre-ottobre.

Ogni soggiorno riporta la tariffa calcolata per gruppi classe di circa 20/25 ragazzi (due gratuità a gruppo classe).

Per gruppi di 19 partecipanti o sotto tale numero il prezzo va concordato preventivamente insieme.

Il prezzo indicato è comprensivo:
della presenza ed accompagnamento durante tutto il soggiorno di Guida Naturalistica iscritta all’Albo Provinciale, dell’organizzazione e direzione tecnica del viaggio e dell’assicurazione di responsabilità civile, eventuali ingressi a musei, forti o parchi – se previsti nel programma, della pensione completa dalla cena del primo giorno al pranzo dell’ultimo, dei materiali per i laboratori in programma.

E’ escluso dalla quota il pranzo al sacco del primo giorno e il trasporto da e per il Rifugio.

Esiste la possibilità di giungere in treno alla stazione di Salbertrand e proseguire per il Rifugio con un servizio di pullman-navetta oppure concordare un servizio di spostamento con il pullman direttamente dalla scuola.

E’ possibile modificare e concordare la durata e il programma del soggiorno in base alle esigenze ed interessi della classe.

 

Scheda tecnica rifugio Levi Molinari


« | »
X