TRA ACQUA E CIELO… I LAGHI DI AVIGLIANA E LA SUGGETIVA SACRA DI SAN MICHELE


Due giorni alla scoperta della Valle di Susa. Troppo vicina alla grande città, attraversata da vie di scorrimento veloce, spesso ci si dimentica dell’eccellenze storico-architettoniche e paesaggistiche della valle. Questi soggiorni sono stati pensati proprio per abituarci ad imparare a soffermarci sulla scoperta di luoghi incantevoli spesso trascurati preferendo soluzioni più accattivanti solo perché più distanti.

Soggiorno di due giorni:

Primo giorno: Partenza con il pullman dalla scuola ed arrivo ad al Parco Naturale dei Laghi di Avigliana. L’Area Protetta è caratterizzata da diversi ambienti naturali: il lago, il canneto, la palude, la collina morenica, i massi erratici. L’escursione si svolgerà attorno al Lago Piccolo su di un facile sentiero. Saranno possibili avvistamenti dell’avifauna stanziale e migratoria. Verranno approfondite le diverse tematiche dell’ecosistema lago: interramento, eutrofia, inquinamento. Nel pomeriggio utilizzando il pullman si potrà eventualmente raggiungere il Lago Grande attraverso un itinerario che costeggia da una parte la palude dall’altra i resti del Dinamitificio Nobel.
Nel tardo pomeriggio trasferimento alla Certosa 1515 e sistemazione in albergo.
Secondo giorno: si lascia la Certosa per raggiungere a piedi la Sacra di San Michele.
Il percorso presenta inizialmente un discreto dislivello e si seguirà l’antica mulattiera chiamata “Il Sentiero dei Principi” perché nel 1836 vennero traslate lungo questo itinerario le salme di nobili Savoia dal Duomo di Torino alla Sacra. La giornata ci permetterà di sollecitare riflessioni relative sia all’aspetto storico sia da un punto di vista naturalistico. Ci si muove su di un percorso pieno di suggestioni con possibile osservazione della rarissima Peonia Officinalis, delle particolarità geologiche date dalle rocce ofioliti, delle tracce di grandi ungulati (capriolo, cervo, camoscio). Il sentiero si snoderà fino a raggiungere il promontorio della punta del Farò dove si apre alla vista uno scorcio eccezionale della Sacra di San Michele e delle circostanti montagne della Valle di Susa. Da qui in breve su di un percorso pianeggiante si raggiunge infine la Sacra. Nel pomeriggio visita guidata alla Sacra – momumento simbolo della Regione Piemonte – e ritorno con il pullman a casa.

 


« | »

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

X